Gestione Commesse: contratti passivi a fatturazione ricorrente

Negli ultimi anni le aziende hanno modificato sostanzialmente le modalità con cui acquisiscono servizi e prodotto strumentali allo sviluppo del proprio business. Infatti, se in passato le aziende acquistavano beni o servizi capitalizzandone il costo tra le immobilizzazioni, oggi si ricorre sempre di più a contratti di noleggio o di licenza d’uso. 
Noleggiare uno spazio server, un centralino in cloud, una stampante, un software gestionale, un’auto aziendale è sempre più frequente nella quotidianità di ogni impresa.
Questa nuova modalità di gestione ha però introdotto nuove complessità organizzative che numerose aziende non sono in grado di fronteggiare. Ogni mese l’ufficio amministrativo deve controllare, registrare, imputare e far autorizzare micro-fatture ricorrenti, spesso di difficile interpretazione e quindi imputazione.
Proprio sulla base di queste premesse che abbiamo esteso le funzionalità di Nubess ME verso una corretta gestione dei contratti passivi a fatturazione ricorrente. Un nuovo modulo in grado di:

1. Censire i contratti passivi
2. Gestire scadenze contrattuali
3. Rateizzare i costi
4. Imputare i costi nei conti economici ed analitici

Il sistema consente inoltre una generazione automatica degli ordini interni per una corretta gestione amministrativa e permette un’analisi prospettica dei costi che consente, a sua volta, una redazione analitica e veritiera del budget dei costi.
Le fatture di acquisto acquisite automaticamente da SDI potranno così essere prontamente registrate evitando errori di imputazione o richieste di chiarimenti o ritardi nell’autorizzazione (già formalizzate nella creazione del contratto)
Nubess ME il software gestione commesse, consente così una perfetta integrazione dei contratti passivi a fatturazione ricorrente.